Schegge di Cristallo – Cronache di Bonensegna lo sfortunato X

di Fabio Andruccioli

Il fuoco si spense improvvisamente. Neanche un lieve rossore di brace. Le nuvole seppellirono la luna e le stelle. Neanche il frinire delle cicale a rincuorare il povero Bonensegna.

Poi vennero le lucine azzurre della Piligrèna: tremarono sul terreno duro riflettendosi negli occhi piangenti dell’uomo che si fece cadere in ginocchio.

Un’eco lontana era la voce del Mazapégul.

Sta ‘tenti ch’la j è la piligrèna c’at ciàpa!”

Bonensegna si guardò intorno, la disperazione si era impadronita di lui.

Vide sua moglie, in fiamme. Gli occhi severi posati su di lui. Non parlò.

L’uomo desiderò ardentemente di sentire la sua voce per un’ultima volta.

“Ti prego, parlami”, implorò.

Ma il volto della donna che un tempo aveva amato rimase impassibile.

“Perdonami se ho pensato a un’altra, può un uomo vivere senza amore, senza l’abbraccio di una donna?”

Si sentì trafitto da una lancia.

Allora il Mazapégul aveva ragione… io desidero Emiliana.

La vide voltarsi.

“No, moglie mia. Non andartene.”

Ma lei svanì uscendo dal cerchio di fuochi fatui che circondavano Bonensegna.

Cercò di gridare il suo nome, ma non riusciva a ricordarselo. Poi apparve la piccola figura di suo figlio.

“Aldobrandino”, sussurrò.

Lo vide ricoprirsi di azzurre fiamme, il dolce visino trasformarsi in una scheletrica maschera di carbone.

Gli sembrò di sentire pronunciare la parola papà.

Bonensegna gridò ancora e ancora, ma il bambino bruciava e diveniva lentamente cenere.

Avrei dovuto proteggerlo, ma sono stato debole.

Poi, dal nulla, apparve lei.

La Piligrèna era davanti a lui, un mantello azzurro e trasparente. Un fantasma senza volto. La sua voce erano mille voci di anime dannate e destinate a vagare nell’oscurità.

“Bonensegna lo Sfortunato, hai davanti a te una scelta. Io posso riportare in vita tua moglie e tuo figlio, restituirteli in questo momento. Non ricorderai più nulla: il tuo nemico, il tuo nuovo amore, il tuo addestramento. Sarai solo un uomo come tanti, in una terra in guerra, in un arido deserto. Oppure posso andarmene e lasciarti questa tua vita, la tua rincorsa verso la Vendetta.”

“Qual è il trucco?”

“Il prezzo da pagare è il ricordo. Dimenticherai chi sei, gli anni della tua infanzia passati con la ragazza che poi è diventata madre di tuo figlio. Ma loro si ricorderanno di te, dell’uomo che gli ha abbandonati nella povertà. Questo è il costo, questo succederà. Come sfameranno il piccolo Aldobrandino? Cosa sarà costretta a fare per vivere la donna che tu hai smesso di amare?”

“No, questa punizione è peggiore della morte.”

“Ma tu li hai visti, hanno sofferto tanto, hanno chiamato il tuo nome e tu non eri lì a salvarli.”

Bonensegna si fermò a pensare.

“Il tempo scorre, mortale. Le fiammelle si stanno esaurendo, l’alba è vicina. Cosa scegli?”

Lui guardò l’essere davanti a sé, trattenne per un attimo il respiro e lasciò sgorgare le lacrime.

“Non ce la faccio, non voglio dimenticarli.”

“Hai scelto, Bonensegna. Vivi con la consapevolezza che avresti potuto salvarli ma non ne hai avuto il coraggio. Goditi la tua nuova puttana, uccidi il Reverendo. Ma invecchierai sapendo che la tua famiglia è perduta per colpa tua. Due volte.”

I fuochi fatui sparirono e con essi la Piligrèna. La fiamma del falò riprese ad ardere e a illuminare quello che rimaneva di Bonensegna, un corpo integro a contenere migliaia di schegge di cristallo.

Fabio Andruccioli, classe 1985, è nato e cresciuto a Pesaro tra fumetti, libri, musica e giochi di ruolo. Laureato in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni, nella vita si occupa di webmarketing e passa il suo tempo tra il ruolo di padre, marito e musicista. Ma è dopo il tramonto, nel silenzio della città, che si trasforma in autore horror e fantasy. Ha pubblicato in self-publishing i racconti della serie weird “Il cacciatore di incubi” mentre per Delos Digital ha pubblicato “Il tramonto dei Gufi“, “Prima del Monsone” e “Il pirata che non sapeva fare niente” ed è stato selezionato per diverse antologie con racconti fantasy e horror. Collabora con i portali Heroic Fantasy Italia e Ignoranza Eroica. Fa parte della masnada di Crypt Marauders Chronicles.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *